Gelatina di bacche di rosa canina e Vin Santo

La preparazione è un po’ lunga ma vale la pena provarla.

 

Quest’anno avevo individuato in fondo al campo diversi rovi di rosa canina.

 

Così l’altro giorno sono andata a raccogliere le bacche (con i guanti…) per preparare la gelatina.

 

Per un chilo di bacche ho aggiunto 2 mele, fatte a pezzetti, senza togliere la buccia e i semi. Ho fatto bollire per un’oretta con un litro di acqua e poi ho messo la purea ottenuta a filtrare in un canovaccio, sotto un peso, per tutta la notte. Il giorno dopo ho pesato il liquido ottenuto e ho aggiunto lo stesso peso in zucchero e un bicchiere di vinsanto ma se quest’ultimo non vi piace non è indispensabile. Ho messo a bollire il tutto per 10 minuti a poi ho messo nei vasetti.

Non vedo l’ora di provarla con i formaggi erborinati, la mia passione, ma anche a colazione spalmata sul pane, contiene molta vitamina C….