Olio nuovo 2016 - 3 REGOLE D'ORO PER RICONOSCERE L'OLIO NUOVO DI QUALITÀ

 

 

A Il Castagnolino prosegue la raccolta delle olive. I nostri alberi sono belli carichi e le nostre olive sane e profumate e questo ci ha regalato un ottimo olio fruttato, dal profumo intenso, carico di aromi  ed a bassissima acidità.

Il nostro olio extra vergine di oliva è prodotto sulle colline di San Gimignano. L'ottima posizione geografica, la composizione organica del terreno e la coltivazione con metodo biologico, fanno si che si esaltino le migliori qualità organolettiche del nostro olio. 

Le olive vengono raccolte rigorosamente a mano e inviate alla frangitura che viene effettuata entro 24 ore dalla raccolta.

L'olio non è più soltanto quel condimento che si fa cadere con cura su insalate e bruschette, ma anche un pretesto per viaggiare e scoprire sapori legati a cucine regionali, a volte poco note, e borghi di grande rilevanza storica spesso rimasti ai margini del grande turismo.

Siamo molto fortunati, perché a Il Castagnolino stiamo producendo il nostro olio BIOLOGICO in abbondanza, ma quest'anno la mosca delle olive purtroppo ha colpito tantissime zone in tutta Italia ed anche  in Toscana, causando "un crollo del 38% della produzione che conta 298 milioni di chili, un valore vicino ai minimi storici di sempre", in base a quanto affermato dalla Coldiretti.

Visto che le scorte di extravergine si esauriranno molto presto, ecco qualche suggerimento per  aiutarvi a riconoscere l'olio di qualità ed evitare brutte sorprese. In generale vi raccomandiamo di acquistare sempre oli extravergini di oliva ottenuti al 100% da olive italiane e, se possibile, vi raccomandiamo di acquistare direttamente dai produttori di olive o nei frantoi, così potrete assaggiare personalmente l'olio e riconoscerne le qualità prima dell'acquisto.

Ecco le 3 regole d'oro per riconoscere e mettere in tavola un olio di altissima qualità:

  1. Innanzitutto l'olio deve essere fruttato: l'olio di qualità ha un profumo intenso che ricorda l'oliva e l'erba tagliata. Non acquistate mai oli inodori.
  2. L'olio nuovo deve essere piccante e amaro. Cosa rende un olio piccante e amaro? La quantità di polifenoli, di antiossidanti naturali contenuti nelle olive. Più le olive sono sane, più sono ricche di polifenoli e più l'olio ricavato è piccante e salutare.
  3. Il colore dell'olio deve andare dal verde al giallo. Le sfumature di colore dell'olio possono essere svariate perché dipendono dalle varietà delle olive raccolte e dal loro grado di maturazione. Il colore di per sé non rappresenta un indicatore diretto della qualità, ma è un indicatore di ossidazione dell'olio. Le olive contengono infatti la clorofilla, che conferisce il tipico colore verde agli oli appena estratti. La clorofilla è un ottimo conservante e un antiossidante naturale, ma se esposto al sole si ossida e passa da toni verdi, a toni gialli e nel tempo a toni arancio. Questi ultimi sono un chiaro sintomo di ossidazione, causata prevalentemente da una cattiva conservazione dell'olio. L'olio deve essere infatti venduto in bottiglie di vetro scuro o, come facciamo a Il Castagnolino, in stagne di latta per evitare l'esposizione alla luce e garantire e mantenere così le sue preziose proprietà benefiche. 

Vi invitiamo a venirci a trovare ed assaggiare personalmente l'olivo nuovo 2016 de Il Castagnolino  con i suoi caratteristici profumi ed aromi!